È la più comune malformazione delle ossa e delle articolazioni nei neonati:
si verifica in 1 bambino su 1.000. Al momento non si conoscono con certezza le cause del piede torto, ma molto probabilmente si tratta di un disordine genetico: le probabilità di avere un secondo bambino affetto da questa malformazione sono circa 1 su 30.
I geni responsabili della malformazione del piede torto si attivano tra la dodicesima e la ventesima settimana di vita fetale; durante la gravidanza spesso è possibile venire a conoscenza della patologia dalle normali ecografie di controllo. Il piede torto può essere unilaterale o bilaterale ed è stata riscontrata una maggiore incidenza nei maschi rispetto alle femmine. I genitori di un bambino nato con piede torto possono essere sicuri che il loro bambino, se correttamente curato da esperti, non avrà nessun tipo di handicap e sarà perfettamente in grado di condurre una vita normale e attiva.

Ipercheratosi o Calli

La bambina della fotografia nata affetta da piede torto congenito ci sentiamo in dovere di creare queste pagine per indirizzare altri genitori verso una metodica di cura incruenta ed efficace, consolidata ormai da più di cinquantanni negli stati uniti e diffusa in molte altre nazioni, ma che in Italia per “vari” motivi è ancora relativamente poco nota, il  metodo Ponseti.
Altri centri che curano il piede storto Istituto Rizzoli